Cosa è lo Yoga

Lo Yoga è un’antica disciplina psico-fisica finalizzata a  valorizzare  le risorse interiori e a promuovere la crescita spirituale della persona. Il suo nome deriva dalla radice sanscrita “yuj” che significa: legare, unire, aggiogare ma può assumere anche altri significati e, a seconda del contesto in cui ci si trova, può indicare l’unione corpo-mente così come l’unione dello spirito individuale con lo Spirito Universale.

Nel suo significato più ampio si riferisce a quell’enorme volume di precetti e tecniche sviluppatesi in India più di 5000 anni fa.

Per raggiungere il suo scopo utilizza una grande varietà di strumenti atti a migliorare il benessere – sia fisico che psichico – di ogni individuo  costituendo, quindi, un importante ausilio nel percorso di crescita personale e spirituale.

Questa antica disciplina è alla portata di qualsiasi persona indipendentemente dall’età, dal sesso, dalla religione e/o dallo stato di salute; è  quindi un mezzo a disposizione di tutti coloro che abbiano un intenso desiderio di condurre una vita più sana e realizzata affrontando le sfide quotidiane della  vita moderna con maggiore serenità.

Dal punto di vista pratico, lo Yoga è quindi un mezzo per :

  • Rilassarsi e ristabilirsi dopo le attività quotidiane
  • Migliorare la qualità della vita e delle relazioni interpersonali
  • Aumentare l’attenzione e la concentrazione
  • Ridurre lo stress ed i problemi collegati ad esso
  • Riportare equilibrio in situazioni di difficoltà emotiva e mentale
  • Alleviare molti problemi fisici, pur non essendo pratiche di tipo terapeutico.
  • Conservare la vitalità giovanile fino all’età adulta
  • Sostenere le donne nel corso dei molti cambiamenti della loro vita
  • Alleviare problematiche particolari dei “diversamente abili”
  • Guidarci nel cammino di autoconoscenza e trasformazione personale
  • Fornire un percorso di crescita spirituale

Poiché in occidente lo yoga, nella maggior parte dei casi, è praticato per raggiungere un maggior benessere ed equilibrio psicofisico, una chiara e sintetica definizione è stata data dal filosofo Radhakrishna:

Lo yoga è una metodica atta a raggiungere lo stato di perfezione della personalità umana attraverso il controllo di elementi fisici e psichici propri della natura umana; tutto ciò è ottenuto con determinate tecniche che coinvolgono sia determinate posizioni del corpo (asana), sia metodiche di respirazione (pranayama), come pure stati di concentrazione mentale.”

Se lo yoga è uno, le vie dello yoga sono molteplici; ciascuna di esse si prefigge di “dare una risposta” – fornendo specifiche tecniche e metodologie – alle  differenti esigenze di individui con distinti temperamenti, inclinazioni, abitudini e personalità.

Sebbene alcuni studiosi siano arrivati a classificare fino a 40 diversi “tipi” di yoga, la tradizione ci indica che gli yoga classici siano quattro:

  • Mantra
  • Laya
  • Hatha
  • Raja

Nonostante ciò, negli ultimi 100 anni, principalmente in ambito occidentale sono stati divulgati – nella maggior parte dei casi da parte di insegnanti indiani – molti “yoga” non conformi ai canoni dello yoga classico definito da Patanjali nei suoi Yoga Sutra, in quanto dinamici e sostanzialmente “ginnici”  quali, ad esempio: Ashtanga-Yoga, Power-Yoga, Bikram-Yoga, Kundalini di yogi Bajan e altri.

Translate »